Creatività in tempi di crisi: due case history, da Singapore e California

In questo periodo di crisi soffrono tutte le parti della società e del nostro sistema commerciale. Per la gente e le aziende sono tempi duri, si sa, e per chi era in povertà prima della crisi ora è davvero un periodo nero. Dal 2011 in poi la crisi ha toccato vari settori, e le aziende, le famiglie hanno iniziato a rivedere i loro modo di produrre e consumare. Vi porto due esempi di autodifesa commerciale. Entrambi passati attraverso campagne di marketing che, nel loro piccolo, e relativamente in silenzio, hanno avuto successo. #la carta infedeltà A Singapore, nel sud-est asiatico, 8 … Continua a leggere Creatività in tempi di crisi: due case history, da Singapore e California

Luxury Brand ed E-Commerce: sta iniziando una grande storia d’amore?

I brand del lusso si sono sempre mossi con estrema cautela sul web. Soprattutto nei social network. Questo perché hanno sempre avuto il timore che la democratica ed eterogenea diffusione delle informazioni svalutasse la percezione di esclusività che caratterizza i prodotti che vendono. I social media hanno amplificato molto la diffusione delle informazioni, ma a mio avviso ciò non mina la possibilità di mantenere un prodotto esclusivo, anche sul web. Ormai tutti i brand del settore del lusso hanno aperto siti di e-commerce, i quali fatturano cifre ragguardevoli.     Leggi l’articolo su YDL. Continua a leggere Luxury Brand ed E-Commerce: sta iniziando una grande storia d’amore?

La nuova ricetta del panettone: canditi, uvetta, digital PR ed e-commerce

Il panettone, prodotto legato alla tradizione storica Milanese, viene traghettato sul web 2.0 da un marchio che più milanese non si può. Tre Marie ha inaugurato la nuova e-boutique dedicata ai prodotti natalizi del brand, e lo ha fatto creando una vetrina navigabile anche da mobile. Piccola parentesi: prima di iniziare, mi permetto di dissociarmi dall’immagine di anteprima, trashissima, voluta dall’editor di YDL Guido 🙂 Torniamo a noi: e-Boutique è uno store online che presenta in modo completo ed elegante i prodotti Tre Marie da acquistare sul web. Un progetto minimalista, ottimizzato per la fruizione da supporti mobile e immagini … Continua a leggere La nuova ricetta del panettone: canditi, uvetta, digital PR ed e-commerce

Junk marketing.

Ok. Il marketing e la comunicazione lavorano da sempre per portare i consumatori a voler “consumare” il prodotto/servizio che si propone. Valorizzare il proprio  prodotto è fondamentale per renderlo “acquistabile”. Ritengo però che ci sia un limite che spesso viene superato dai brand senza troppi scrupoli. Accostamenti di messaggi agli antipodi per dare valore, al prodotto o servizio. Credo che ognuno di noi abbia almeno un esempio in testa. Io ragiono su quello più recente. Il vecchio Mc Donald’s, dopo il Mc Italy si è inventanto una partnership con Gualtiero Marchesi. Avrete visto tutti la pubblicità dei due panini ideati … Continua a leggere Junk marketing.

Sui social media serve arrosto. Il fumo no.

Dopo le innumerevoli volte in cui si è detto che la conversazione è l’anima del social marketing, probabilmente qualcuno ha preso alla lettera il concetto dimenticando che, è pur vero che i social network facilitano l’interazione tra aziende e pubblico, ma alla base ci deve essere un contenuto. Altrimenti sono solo chiacchere se non c’è valore in quello che si dice. Il brand, o il servizio clienti che si perdono in azioni tipo il buongiorno, beh, onestamente. Che mi frega? (mi associo in pieno a minimarketing per lo stato d’animo.) cit.” questa cosa dei customercare su twitter di dare il … Continua a leggere Sui social media serve arrosto. Il fumo no.