Metti il cliente al centro della tua strategia marketing.


Il mercato è cambiato, ma questa non è la solita frase di contesto per dire che la crisi ha cambiato tutto ecc ecc. Il mercato è cambiato perché le persone hanno modificato le loro abitudini, si sono evolute. Oggi le persone completano al 57% il loro processo di acquisto in totale autonomia, prima di contattare l’azienda che vende il prodotto.

Niente male vero? E’ un po’ come se la ragazza che ti piaceva tanto a scuola, arriva sotto casa, citofona, chiede di te e tu devi solo lavarti (questo a prescindere dalla ragazza), vestirti e portarla fuori a cena.

Si niente male davvero.

Però, allo stesso modo, il 65% di chi gestisce le attività di marketing (imprenditori, responsabili marketing) non fa fronte all’aumento di canali e dispositivi di comunicazione e in due casi su tre sentono la pressione di dimostrare l’efficacia delle iniziative di marketing.

Le nuove priorità del marketing riguardano il sostegno coerente del brand e stabilire un contatto diretto con i clienti.

Tornando all’esempio della ragazza, sarebbe come dire che dopo che le ha suonato al citofono chiedendo di te, tu non ti sentissi pronto per tanta intraprendenza. E titubassi al punto di rischiare che lei se ne vada a suonare al citofono del vicino. E lo farà.

Ora, parlando di marketing, dobbiamo ragionare in modo aperto e senza pregiudizi, senza più distinguere tra attività online ed offline, ormai quella divisione classista tra i vari puristi della vecchia guardia dell’offline e i rivoluzionari dell’online è sparita.

Tutti (o quasi) hanno capito che l’una è indispensabile all’altra per concedere ai clienti nuove esperienze di acquisto e rinnovare dei modelli di business che funzionavano piuttosto bene anche prima dell’arrivo massiccio del web.

Questo per chi si occupa di marketing è un problema, perché alza il livello di difficoltà di tutto il lavoro: sia nel senso di sostenere nuove iniziative in azienda e trasportarla senza danni attraverso la digital transformation sia come mole di dati per effettuare un’analisi comportamentale sulle esigenze dei consumatori.

Dobbiamo capire che il dado è tratto e non possiamo più tirarci indietro, dobbiamo procedere determinati a testa alta affrontando le aspettative dei clienti in fatto di esperienza di acquisto. E’ responsabilità nostra trovare costantemente nuovi modi di ingaggiare  i clienti e restare in contatto con il mercato.

Vanno prese in considerazione tutte le tecnologie possibili, e tutti i canali disponibili, scegliendo quelli più adatti al marketing mix dell’azienda. Purtroppo non c’è una soluzione buona per tutti.

Un dato unico però esiste: è fondamentale capire  a chi inviare il messaggio, cosa dire e quando farlo attraverso gli infiniti canali ai quali il consumatore è quotidianamente esposto.

Se riuscirete a tenere fede a questi elementi, allora avrete maggiori possibilità di trovare un nuovo cliente e fidelizzarlo.

Questo perché, come dice il titolo di questo post, il centro della tua strategia sono i bisogni dei clienti. Se diventano il tuo obiettivo, allora sarai in grado di creare esperienze memorabili che si trasformeranno in customer experience uniche, che ti distingueranno dalla massa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.