Metti il cliente al centro della tua strategia marketing.


Il mercato è cambiato, ma questa non è la solita frase di contesto per dire che la crisi ha cambiato tutto ecc ecc. Il mercato è cambiato perché le persone hanno modificato le loro abitudini, si sono evolute. Oggi le persone completano al 57% il loro processo di acquisto in totale autonomia, prima di contattare l’azienda che vende il prodotto.

Niente male vero? E’ un po’ come se la ragazza che ti piaceva tanto a scuola, arriva sotto casa, citofona, chiede di te e tu devi solo lavarti (questo a prescindere dalla ragazza), vestirti e portarla fuori a cena.

Si niente male davvero.

Però, allo stesso modo, il 65% di chi gestisce le attività di marketing (imprenditori, responsabili marketing) non fa fronte all’aumento di canali e dispositivi di comunicazione e in due casi su tre sentono la pressione di dimostrare l’efficacia delle iniziative di marketing.

Le nuove priorità del marketing riguardano il sostegno coerente del brand e stabilire un contatto diretto con i clienti.

Tornando all’esempio della ragazza, sarebbe come dire che dopo che le ha suonato al citofono chiedendo di te, tu non ti sentissi pronto per tanta intraprendenza. E titubassi al punto di rischiare che lei se ne vada a suonare al citofono del vicino. E lo farà.

Ora, parlando di marketing, dobbiamo ragionare in modo aperto e senza pregiudizi, senza più distinguere tra attività online ed offline, ormai quella divisione classista tra i vari puristi della vecchia guardia dell’offline e i rivoluzionari dell’online è sparita.

Tutti (o quasi) hanno capito che l’una è indispensabile all’altra per concedere ai clienti nuove esperienze di acquisto e rinnovare dei modelli di business che funzionavano piuttosto bene anche prima dell’arrivo massiccio del web.

Questo per chi si occupa di marketing è un problema, perché alza il livello di difficoltà di tutto il lavoro: sia nel senso di sostenere nuove iniziative in azienda e trasportarla senza danni attraverso la digital transformation sia come mole di dati per effettuare un’analisi comportamentale sulle esigenze dei consumatori.

Dobbiamo capire che il dado è tratto e non possiamo più tirarci indietro, dobbiamo procedere determinati a testa alta affrontando le aspettative dei clienti in fatto di esperienza di acquisto. E’ responsabilità nostra trovare costantemente nuovi modi di ingaggiare  i clienti e restare in contatto con il mercato.

Vanno prese in considerazione tutte le tecnologie possibili, e tutti i canali disponibili, scegliendo quelli più adatti al marketing mix dell’azienda. Purtroppo non c’è una soluzione buona per tutti.

Un dato unico però esiste: è fondamentale capire  a chi inviare il messaggio, cosa dire e quando farlo attraverso gli infiniti canali ai quali il consumatore è quotidianamente esposto.

Se riuscirete a tenere fede a questi elementi, allora avrete maggiori possibilità di trovare un nuovo cliente e fidelizzarlo.

Questo perché, come dice il titolo di questo post, il centro della tua strategia sono i bisogni dei clienti. Se diventano il tuo obiettivo, allora sarai in grado di creare esperienze memorabili che si trasformeranno in customer experience uniche, che ti distingueranno dalla massa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...